blog

Ripartono i gruppi di cammino

venerdì, 19 Giugno 2020

Carissime mamme, inoltriamo volentieri la bella notizia inoltrataci dall’Asl to4. Da lunedì 22 giugno ripartirà il gruppo di cammino per gestanti e famiglie con bimbi 0-2 anni, con un’uscita settimanale il lunedì a Cuorgnè, il mercoledì a Castellamonte e l’ultimo mercoledì del mese a Borgiallo.Per evitare assembramenti, a ogni uscita potranno partecipare 10 adulti con i relativi bambini.E’ necessaria l’iscrizione a ogni camminata rivolgendosi ai riferimenti indicati.Si partecipa alla camminata avendo a disposizione guanti e mascherina da utilizzare al bisogno.E’ richiesto il distanziamento fisico di due metri.

Per informazioni ecco i numeri delle walking leaders:

Alice 340-6264987 Eleonora 349-3150138

Buone camminate!!

A presto,

Lo staff m’ami

Nuovi gruppi online

mercoledì, 17 Giugno 2020

Carissime,

Questo particolare periodo ci ha portato a riflettere e confrontarci sul modo migliore per raggiungere le neomamme del Canavese. Grazie all’entusiasmo e alla partecipazione dei gruppi di mamme senior agli incontri in videochat abbiamo sperimentato nuovi modi di vederci per confrontarci, chiacchierare, discutere e a volte sfogarci un po’…di qui é nata naturalmente l’idea di proporre anche a nuovi gruppi la possibilità di iniziare i percorsi m’ami on line, in attesa di poter riprendere in presenza.

Chiediamo a tutti di collaborare per una diffusione capillare dell’iniziativa!

A prestissimo,

Lo staff M’ami

Bambini maestri

giovedì, 11 Giugno 2020

…Ed ecco , a partire dallo stesso spunto proposto alle mamme di Ivrea, il risultato delle riflessioni delle mamme del M’ami di Rivarolo!

Grazie mamme, che ci stupite e ci arricchite sempre!!

Antonella e Silvia

Poesia del M’ami d’Ivrea

martedì, 2 Giugno 2020

Ciao a tutte, oggi volevamo stimolare una riflessione su cosa ci possono e ci hanno insegnato i nostri figli partendo da una frase dello scrittore Paulo Coelho:

” Un bambino può insegnare tre cose ad un adulto: a essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualche cosa, e a prendere con ogni sua forza quello che desidera”

Se volete potete scrivere ciò che vi è venuto in mente e dal cuore in un biglietto ed inerirlo nel barattolo della felicità, o nel album fotografico dei vostri figli o scrivercelo nel blog…..

Questa riflessione l’abbiamo proposta anche ai gruppi del M’ami con cui, anche se non possiamo vederci di persone, siamo rimaste in contatto attraverso chat o video chiamate……ed è uscita una bellissima poesia nella quale abbiamo raccolto i pensieri, le parole e le emozioni delle mamme.

Questa è quella del gruppo d’Ivrea:

L’insegnamento dei bambini

Il mio bambino 

mi ha insegnato il valore e il gioire delle piccole cose,

a guardare al mondo con cuore puro.

Ha dato nuova dimensione e significato al tempo.

E’ proprio vero che se vivessimo osservando il mondo con gli occhi di un bimbo,

 probabilmente i nostri cuori sarebbero decisamente più colmi d’ amore.

L’amore non si divide, ma si moltiplica.

WOW!!

Ho imparato l’amore incondizionato, che i momenti  difficili vanno e vengono.

Oggi sono una mamma più “brava” grazie a loro,

mi godo i momenti di condivisione così come quelli (rarissimi) di “pace”.

WOW!!

Il mio bambino 

mi ha insegnato a fare la mamma,

mi ha insegnato che siamo tutti uguali,

tutti umani.

I  bambini sono esseri speciali,

mi stanno insegnando a meravigliarmi ogni giorno per qualcosa, 

anche per qualcosa di banale.

WOW!!

Mi hanno fatto riscoprire lo stupore della prima volta, 

quello stato emotivo di meraviglia che ti rende sopportabile qualunque cosa.

E’ meraviglioso vedere la soddisfazione, l’orgoglio, la fierezza di riuscire in qualcosa che tu dai per scontato.

I figli mi hanno insegnato ad avere pazienza…

anche quando penso di aver toccato il fondo.

Mi hanno insegnato che ridere insieme è la ri-carica più potente per affrontare tutto.

So che mi insegneranno ancora tanto,

ogni età ha le sue tappe, 

le sue scoperte,

le sue fatiche 

e insieme cresceremo e impareremo ad amarci sempre di più.

WOW!!

Un abbraccio enorme da Cristiana e Barbara

Auguri Mamme

lunedì, 11 Maggio 2020

Ciao a tutte,

ieri in occasione della festa della mamma abbiamo pubblicato sulla pagina Facebook di Cipi Canavese un video per favi i nostri auguri!

Visto che però la festa della mamma è tutti i giorni vi lasciamo alcuni pensieri per voi:

AUGURI

“Gli uomini reggono il mondo. Le madri reggono l’eterno, che regge il mondo e gli uomini”

Un abbraccio enorme da tutte noi dello Staff M’ami.

M’ami on air!

mercoledì, 29 Aprile 2020

Carissime mamme,

questo periodo un po’ surreale ci costringe a riorganizzarci, a reinventarci, a riscoprirci e rinnovarci.

Non potevamo accettare di sospendere i nostri appuntamenti settimanali fino a data da destinarsi, così è nata spontaneamente la proposta di trovare un nuovo modo di incontrarci. Vi confessiamo che non ci aspettavamo una risposta così forte ed entusiasta! Immaginavamo che nel nuovo riassetto domestico non sarebbe stato semplice trovare uno spazio temporale e virtuale comune. Invece il desiderio forte di vedersi, chiacchierare, confrontarsi e sfogarsi ha superato difficoltà logistiche, pratiche e organizzative: ci siamo ritrovate numerose sugli schermi!!

Vi ringraziamo. Per noi sono stati incontri preziosi: rivedere i vostri sorrisi, riconoscere i vostri bimbi cresciuti, ritrovare la vostra voglia di condividere e raccontare ci ha commosse.

Nonostante incontrarvi di persona abbia sicuramente una forma più umana, abbiamo percepito, anche attraverso lo schermo, emozioni forti. Per certi versi vedervi nel vostro nido ci ha fatto conoscere un aspetto di voi che non avevamo mai avuto la possibilità di percepire. È stato un po’ come trovarsi le une a casa delle altre in atmosfere calde e confidenti.

Dopo un’esperienza così positiva eravamo tutte d’accordo l’idea di riprendere il calendario degli incontri m’ami con questa nuova modalità on air, sperando che al più presto ci si possa ritrovare e riabbracciare in carne ed ossa!

Nuovi temi e nuovi argomenti ci aspettano per i prossimi incontri in piattaforma: non vediamo l’ora di riconnetterci!!!

A prestissimo!

Antonella, Silvia, Barbara e Cristiana

Voglio il mestolo!!!

lunedì, 27 Aprile 2020

Ciao a tutte, oggi vogliamo porre la vostra attenzione sull’importanza che ripone il bambino verso l’ambiente che lo circonda, esprimendo la sua sete di conoscenza attraverso l’esplorazione di qualsiasi cassetto o armadio della nostra cucina o di qualsiasi mobile di casa; avete di sicuro notato che il bambino perde facilmente interesse per i suoi giochi e che va alla ricerca di cose che non può usare e toccare, sfiancandoci tutto il giorno. Quindi perché non darglieli quegli oggetti tanto desiderati?

Qui di seguito vi daremo qualche suggerimento su come proporre ai bimbi più piccoli un’attività con materiale semplice e di facile reperimento che ovviamente deve essere sempre monitorata dall’adulto.

Ecco il materiale che vi suggeriamo di raccogliere e selezionare:

  • oggetti in metallo: fruste , mestoli, cucchiaini, cucchiai da minestra, coperchi, pentole, padelle, mestoli forati, scolapasta, colini, imbuti… ovviamente tutto il materiale che andrete a proporre dovrete pensarlo in relazione ai mesi del vostro bimbo e sempre tenendo conto della sua sicurezza;
  • oggetti di legno: mestoli, porta uovo, sottopentola, cucchiai, pennelli da barba, spazzole, anelli delle tende… tutti gli oggetti di uso quotidiano di legno;
  • oggetti di stoffa:strofinacci, sciarpe, lenzuoli ,asciugamani, scampoli di stoffa o pizzo, gomitoli di lana, tovaglioli;
  • oggetti di carta: giornali, riviste, carte dell’uova di pasqua, contenitori di cartone, scatole piccole e grandi, carta igienica, rotoli di carta finiti, tovaglioli;

Tutti questi oggetti possono essere raccolti in contenitori, in cassetti accessibili per i bambini o proporli raggruppati in due punti nella zona gioco che è stata precedentemente liberata da i giochi che di solito ha a disposizione . Il materiale raccolto potrete organizzarlo in gruppi separati oppure combinando insieme i diversi materiali. Ricordatevi di non perdere di vista la qualità: meglio pochi materiali ma divertenti e stimolanti. Questi piccoli accorgimenti faciliteranno la concentrazione sulle nuove attività e l’autonomia della scoperta. Una cosa molto importante, che sottolinea la Montessori, è che bisogna lasciare che il “bambino faccia da sé”, quindi l’adulto deve monitorare il gioco ma lasciare che per la prima parte dell’attività il bambino scopra da solo cosa può fare con gli oggetti.

Sarà divertentissimo osservare cosa farà il vostro bimbo con il materiale messo a disposizione: il più piccolo esplorerà gli oggetti con il tatto, l’udito, la vista e il gusto per poi concentrarsi sulla causa-effetto dell’utilizzo di un oggetto o più oggetti insieme; mentre il bambino più grandicello (12-36 mesi) utilizzerà gli oggetti imitando gli adulti ( gioco-simbolico-affettivo) farà finta di cucinare, di pulire e così via a seconda di dove lo porterà la fantasia.

A presto con altre attività per goderci il tempo con i nostri figli e suggerimenti per stratagemmi che ci aiutino a rendere più piacevole all’isolamento.

Staff del M’ami

L’inventafavole

giovedì, 23 Aprile 2020

Bentornate sul blog del m’ami!

Oggi vi proponiamo un’attività per trascorrere il tempo con i nostri bimbi in modo utile e creativo…abbiamo bisogno di:

☆Piccoli sassi ,con almeno una faccia liscia e piatta

☆Tempera bianca

☆Piccole immagini o disegni

☆Forbici

☆Colla vinilica

☆Pennello

Dopo aver lavato e asciugato i sassolini, li dipingiamo di bianco. Mentre aspettiamo che asciughino, cerchiamo e ritagliamo, da vecchi giornali o riviste, per bambini piccoli disegni, che ritraggono personaggi, oggetti, elementi naturali e non.

Se non troviamo nulla da ritagliare possiamo stampare noi le immagini, oppure usare degli stickers. Se siamo brave a disegnare potremo cimentarci a raffigurare i soggetti che preferiamo direttamente sui sassi.

Con la colla vinilica mescolata a un goccio d’acqua procediamo a incollare i disegni sui sassi. Stendiamo la colla anche sopra al disegno e su tutto il sasso, in modo che, una volta asciutto, risulti una bella finitura lucida.

Quando saranno asciugati bene potremo mettere tutti i sassi dentro un sacchettino. Insieme ai nostri bimbi potremo divertirci a inventare favole originali e sempre nuove inserendo nella nostra storia un personaggio o un oggetto ogni volta che lo ‘peschiamo’ dal sacchetto.

Buon divertimento!

Lo staff del m’ami

Fantasia e riordino

lunedì, 20 Aprile 2020

Ciao a tutte,

in alcuni precedenti articoli vi abbiamo suggerito alcuni giochi fai-da-te da creare con e per i vostri bimbi e vi abbiamo sempre consigliato di ritirare il gioco in scatole, ceste di legno o stoffa magari decorate anche insieme a fratelli e sorelle. Oggi vi daremo suggerimenti su come organizzare lo spazio gioco dei vostri bambini (cameretta o piccolo spazio del salotto), consigli pratici per sopravvivere alla quarantena senza dover impazzire nell’attività del ritirò in cui siamo impegnate per 28 ore al giorno.

Come prima cosa individuate uno spazio in cui possiate posizionare i giochi e in cui il bambino possa muoversi liberamente. Quindi vi consigliamo di organizzare oltre che la sua cameretta anche un piccolo angolo del salotto e anche un cassetto della cucina, perché giocare da soli in cameretta, sopratutto quando sono piccoli, è rischioso e per loro è poco divertente .

Quindi cominciamo a dare qualche riferimento pedagogico facendoci aiutare dalla Montessori che, individuando nel bambino il periodo sensitivo dell’ordine, sottolinea la necessità di creare un ambiente ordinato e con poco materiale, che aiuti il bambino a vivere lo spazio come suo, dando il ruolo di custode dell’ambiente all’adulto. Il bambino e noi , sopratutto in questo periodo, abbiamo bisogno di piccole routine che ci aiutano a scandire il tempo mettendo ordine nelle nostre giornate eliminando il superfluo .

Ecco alcuni consigli paratici per creare un ambiente ordinato e a misura di bambino:

  • Diminuire la mole di materiale: come prima cosa vi consigliamo di diminuire la quantità di giochi che il vostro bimbo ha disposizione cominciando ad eliminare quelli rotti ed usurati (es. giochi sonori che non suonano più);
  • Scatole e ceste: disporre i giochi in contenitori di grandezza media e suddividerli per categorie o caratteristiche simili (palle, macchinine, animali della fattoria con trattori, pennarelli e fogli, bambole e i loro accessori);
  • Ruotare i giochi: ogni 2/3 settimane cambiare i giochi che il bimbo ha a sua disposizione, spostando le scatole e variando i libri che vi consigliamo di lasciare sempre a disposizione dentro una cesta/scatola, inserendo anche delle vostre riviste che ovviamente avete già letto;
  • Tempo del riordino: date tempo al bambino di riordinare, quindi anticipateglielo un po’ prima che ci sarà la necessità di interrompere il gioco e riordinate insieme a loro sopratutto quando sono piccini, cosi da insegnarli anche il valore della collaborazione e dell’importanza di prendersi cure dei propri giochi ;

Dopo avere creato lo spazio adeguato per vostro figlio, ma anche per la vostra sopravvivenza, bisogna dare delle piccole regole: ad esempio prima d’iniziare un’attività nuova bisogna ritirare il materiale usato in precedenza, ovvio che si possono usare più giochi in contemporanea ma sta a voi monitorate sempre la quantità; potete istituire l’ora dell’attività proposta da voi in cui proponete un gioco contenuto in una scatola poco accessibile e per il quale serve il vostro monitoraggio (uso della colla, delle forbici o delle tempere) cosi da creare aspettativa e stimolare la loro curiosità, perché se il bimbo ha sempre tutto a portata di mano perde la tensione naturale per la scoperta.

Ricordatevi una cosa importante tutto ciò che facciamo deve essere piacevole per noi e il bambino, quindi le regole che diamo ai nostri figli devono essere quelle che riusciamo a reggere…

Un abbraccio lo Staff

I colori dei baci

venerdì, 17 Aprile 2020

Carissime mamme,

In questo strano periodo, che ci costringe in casa, sicuramente in molte famiglie si starà riscoprendo il tempo e il gusto delle coccole… perché non provare a indovinarne anche il colore??

Ecco una simpatica e dolcissima lettura che ci condurrà in questo affettuoso esperimento sensoriale : buon ascolto… e buone coccole!!!

Lo staff del M’ami